Misura pressione da braccio e sfigmomanometri

I misuratori di pressione da braccio rappresentano i modelli più tradizionali e forse più conosciuti fino a qualche anno fa, conosciuti con il termine più tecnico di sfigmomanometri. Sono strumenti che possono essere definiti professionali o semi professionali, che non chiunque è in grado di utilizzare. Infatti, per garantirsi un risultato preciso, accurato e corrispondente alla realtà è necessaria anche solo una minima informazione in campo medico, benché anche con la pratica se ne posso imparare il funzionamento. Sono inoltre strumenti molto più precisi dei misuratori di pressione da polso, e per questo sono quelli che si possono facilmente trovare negli ambulatori, ospedali, farmacie e studi medici.

È possibile confrontare i vari modelli di misura pressione, dividendoli nelle due grandi categorie di misuratori di pressione analogici da braccio e misuratori di pressione digitali da polso, ed è quello che viene descritto in dettaglio sul sito www.miglioremisuratoredipressione.it, assieme ad analisi specifiche dei vari modelli di entrambe le categorie, con indicazioni sul prezzo, sulle caratteristiche e su quali siano i migliori marchi a cui far riferimento quando si vuole scegliere ed acquistare un misuratore di pressione, sia esso di tipo analogico da braccio o digitale da polso.

Un misuratore di pressione da braccio è sicuramente un modello analogico, in cui perciò i valori di massima e minima della pressione vanno letti utilizzando una semplice lancetta come indicatore. Questa tipologia di misuratori di pressione è composta da pochi ed essenziali componenti, tra cui la parte principale: una fascia elastica o semi elastica, solitamente di colore scuro, da assicurare tramite del velcro su un punto specifico del braccio su cui si preferisce aver misurata la propria pressione sanguigna. La fascia possiede un quadrante con i vari valori di pressione possibile, ed una già citata lancetta che invece ne indicherà la misura. Questa fascia è collegata ad una piccola cannula, al termine della quale è presente una pompetta da utilizzare manualmente, a cui è dato in compito di far stringere la fascia elastica in modo da far spostare la lancetta fino al valore di pressione sanguigna e che viene poi in parte rilasciata per ottenere invece il valore della pressione “minima”, come viene chiamato questo valore.