Livelle laser a fasci rossi o verdi, cosa cambia?

 In una livella laser il colore del fascio di luce fa la differenza. Vediamo quale, in dettaglio, partendo dalla premessa che può essere rosso o verde. Non si tratta di scegliere quello che ci piace di più, ma di capire in quale caso vada usato l’uno o l’altro, a seconda del tipo di contesto in cui si deve operare con lo strumento. Quando scegliere ad esempio, una livella laser dotata di raggio rosso?  Questo modello è il più indicato quando ci si trova a lavorare in ambienti scarsamente illuminati, in questo caso il raggio rosso risulta molto più visibile anche a lunghe distanze, consentendo operazioni precise e facilmente monitorabili. Sul mercato si trovano, perlopiù, questo tipo di livelle laser a fasci di color rosso, mentre i modelli che proiettano la griglia verdi sono meno reperibili in commercio, anche perché si tratta di apparecchi vocati a lavori più professionali e di nicchia che necessitano del raggio verde per risultati ottimali.

A differenza delle livelle a raggio rosso, questi apparecchi, proprio perché impiegati ad uso professionale, oltre ad essere difficilmente reperibili in commercio costano anche di più. Ma per quale motivo il prezzo è nettamente superiore a quello dei modelli a emissioni laser rosse? La risposta sta nella tecnologia adottata da questi modelli di ultima generazione che, in virtù dei diodi di cui sono provvisti, sfruttano il raggio verde per visualizzazioni quattro volte superiori rispetto alle livelle a raggio rosso, qualificandosi come strumenti insostituibili per particolari lavori anche in esterna.

Oltre a questi tipi di livelle, quelle laser si trovano in commercio anche in altre varianti, ad esempio a croce, rotanti o a punti, che si differenziano le une dalle altre per la tipologia di proiezione del raggio laser sulla superficie. Quest’ultimo, infatti, potrà risultare a punti o a forma di croce a seconda del tipo di livella. I modelli a punti sono i più usati e venduti, nonché i più facili da usare, ottimi per lavorazioni in ambienti interni, in genere garantiscono distanze di proiezione fino a 20 metri. Analoga la livella laser a linee che si differenzia solo per il tratto, che può essere verticale, orizzontale o perpendicolare e si rende necessario per l’allestimento di pareti in cartongesso o controsoffitti. Per ulteriori informazioni sugli ultimi modelli di livelle laser in commercio si rimanda al sito www.livellelaser.it.