Arcipelago della Maddalena: Le isole di La Maddalena e Caprera

L’arcipelago della Maddalena, è costituito da circa 60 isole e isolotti e si trova nello specchio di mare antistante la zona nord est della Sardegna, meglio conosciuta come Costa Smeralda.

L’arcipelago di La Maddalena è un vero e proprio paradiso terrestre, con una ricchezza in termini di flora e fauna da far invidia a qualunque altro posto della terra. Questo gruppo di isole si estende su di un area di circa 52 km quadrati che in gran parte sono costituiti dall’omonimo Parco Nazionale che è diventato negli anni passati patrimonio dell’Unesco grazie alle importanti ricchezze naturali presenti sia sul fondale marino che sulle coste.

L’arcipelago di La Maddalena è caratterizzato dalla presenza di moltissime specie animali rari come le tartarughe e i delfini costieri, e da colonie di molluschi di dimensioni relativamente cospicue e specie protette che rischiano l’estinzione a causa della raccolta indiscriminata anche se qui tutelata.

Le isole principali che compongono l’Arcipelagi di La Maddalena sono, qui elencate in ordine di grandezza dalla maggiore alla minore:

• La Maddalena

• Caprera

• Santo Stefano

• Spargi

• Budelli

• Santa Maria

• Razzoli

• Giardinelli

• Mortorio

• Chiesa

• Spargiotto

• e altri isolotti minori

L’isola di La Maddalena, dalla quale prende il nome l’intero arcipelago non chè il relativo Comune della provincia di Olbia tempio, tra tutte è l’isola più grande grazie ai suoi 20 chilometri quadrati di estensione territoriale, ed è anche la più popolata sia d’inverno che d’estate grazie ad una popolazione di circa 11.000 abitanti.

L’isola è costellata da magnifiche seppur piccole spiagge, cale e calette, ed alcune di esse sono rinomate per la bellezza grazie alla quale in pochi anni sono riuscite ad affascinare turisti di tutto il mondo, come ad esempio Punta Tegge, Punta Spalmatore, Cava Francese e Capocchia del Polpo.

L’isola di La Maddalena, la principale dell’omonimo arcipelago, è collegata ad un’altra isola anch’essa tra le più grandi, con un ponte. Attraversando questo ponte si può giungere facilmente sull’isola di Caprera che si estende per circa 16 chilometri quadrati e caratterizzata dai tanti fortini che aiutano eventi passati a riecheggiare nell’aria ancora oggi. Caprera è anche nota grazie al fatto che qui Giuseppe Garibaldi volle trascorrere ben 26 anni della propria vita, e che dunque offre al turista in cerca di cultura la possibilità di visitare la tomba di Garibaldi e la casa Bianca, residenza del Garibaldi fino all’ultimo giorno della sua vita.